Welcome to ***SANTORI Fabrizio sito ufficiale, Rialzati Roma !!

     Eventi



     PARTECIPA
· Home
· Argomenti
· Cerca
· Il Mio Impegno
· Invita un amico
· Link
· Scrivimi
· Sondaggi
· Statistiche
· StopMoschee

     IN EVIDENZA
· Lazio: ok Pisana 43 odg, da sisma a tpl,da rifiuti a sanita`[ 0 commenti - 2 letture ]
· FDI: AD ATREJU SI DIBATTE SU 'ADDIO CENCELLI' E ARRIVERA' LUI IN[ 0 commenti - 2 letture ]
· ROMA: SANTORI (FDI), SCOMPARSA FONTANELLA A CAMPO DE' FIORI =[ 0 commenti - 2 letture ]
· ROMA. FIGLIOMENI: CITTÀ DIVENTI PET FRIENDLY[ 0 commenti - 2 letture ]
· VILLA BORGHESE, SANTORI (FDI) “QUALI SOLUZIONI RAGGI CONTRO VIOLENZA FEMMINILE?”[ 0 commenti - 3 letture ]

[ Altro nella News Section ]

     Chi è in linea
In questo momento ci sono, 96 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

     SPRAZZI DI WEB

Rarità
[ Rarità ]

·ANCORA CAOS LISTE, CONFRONTO LEADER SI SPOSTA IN TV
·COSI' LA SCIENZA CI CAMBIERA' LA VITA NEI PROSSIMI 150 ANNI
·VOGLIAMO ORGIA! NOME NOMEN NELLE PRIMARIE DEL PDL
·DISTRIBUTORI DI BENZINA TRUCCATI: COSI' SI SMASCHERANO I TRUFFATORI
·SI PREPARA VOLO DEL FUTURO, ROMA - NEW YORK IN UN' ORA
·CLANDESTINO A 106 ANNI, QUESTURA ROMA GLI ' REGALA' VISTO
·LE ALEMANNIADI, ALLE PRIMARIE ECCO SANTORI. L'ANALISI DEI SUOI TWEET
·DROGA: CASSAZIONE, SI PUO' PORTARE LA ' SCORTA' IN VACANZA
·TARTARUGA CARNIVORA A VILLA PAMPHILI: POTREBBE ATTACCARE

 Info dal Campidoglio: IL CENTRODESTRA SI' A PARISI. DUBBI SU MARCHINI

Da Il Corriere della Sera del 9 febbraio 2016 di Marco Cremonesi e Paola Di Caro

MILANO Quarantotto ore. Il candidato possibile del centrodestra a Milano, Stefano Parisi, ha chiesto due giorni ancora per sciogliere la riserva e accettare la sfida. Mentre per Roma, i capi dell'alleanza riuniti ad Arcore non arrivano al dunque su Alfio Marchini, anzi: i Fratelli d'Italia non recedono dal loro no «a meno che non si passi da primarie». Arduo, e sembra dunque che ci vorrà un altro nome, che a sentire chi ha partecipato al vertice sarebbe stato avanzato (anche se non testato e tantomeno deciso): un esponente «della società civile, conosciuto». Qualcuno ipotizza una donna, ma in serata si sussurrava il nome di Alfredo Mantovano, magistrato, leccese, ex sottosegretario nei governi Berlusconi, molto impegnato nel Family day, ex An. In ogni caso, per dirla con Matteo Salvini (che pure su Marchini aveva dato il suo assenso facendo innervosire la Meloni) «quando si è in un'alleanza e a qualcuno dei soci un nome non va bene, se ne deve cercare un altro». Silvio Berlusconi è cauto: «A Roma e Milano serve non un politico ma qualcuno che abbia esperienza in campo amministrativo e gestionale, per questo ho proposto Parisi e Bertolaso», che però sembra essersi definitivamente ritirato dalla corsa. Per questo, adesso «stiamo discutendo. Marchini? Non decido solo io».


E non si è deciso nel vertice con Salvini e Giorgia Meloni incontrati a pranzo ad Arcore, perché il centrodestra aveva promesso che, almeno per Milano, il candidato sarebbe emerso dopo le primarie del centrosinistra. Ma Ð, Lega e Fdl hanno bisogno ancora di tempo. «Entro la settimana, meglio se entro giovedì» è la promessa di Ignazio La Russa. Anche perché la volontà è quella di annunciare tutti insieme i concorrenti alle amministrative 2016 per almeno cinque città: oltre a Milano e Roma, anche Napoli (resta in pole Lettieri, nonostante i mugugni di Fdl), Bologna (è salda la leghista Borgonzoni) e Torino, dove se la battono l'azzurro Napoli o, se non avessero la meglio su Roma, i Fdl con Marrone. Ieri Stefano Parisi era a Londra per risolvere le questioni legate al futuro di Chili, la piattaforma di distribuzione di contenuti televisivi pay per view da lui fondata: difficile occuparsene da candidato sindaco in una competizione difficile. In FI la speranza è che la questione possa chiudersi, magari già oggi: tornare in alto mare sarebbe per il centrodestra devastante. Per Roma, Marchini sembra uscire di scena. Ð veto della Meloni è netto: «Se dobbiamo puntare su di lui, che è di centrodestra e non supera il 9%, allora andiamo sul nostro Rampelli che già parte dal 12%». Ma restano sulle barricate gli azzurri romani che puntano su un candidato capace di attrarre voti centristi come Marchini: «Se ci spacchiamo, qualcuno dovrà assumersi le proprie responsabilità», già avverte Gasparri. «Abbiamo bisogno di pochi giorni ancora per mettere a punto la squadra migliore», ammette Deborah Bergamini. 

L'alternativa 
Per Il Campidoglio c'è chi sussurra il nome dell'ex sottosegretario Alfredo Mantovano 



Da Il Messaggero del 9 febbraio 2016 di Emilio Pucci


CAOS CENTRODESTRA, STOP A MARCHINI C'E' UN NUOVO NOME


Fumata nera al vertice di Arcore dopo il veto di Fdl. Salvini si adegua. Ipotesi Lupacchini. L'ingegnere: «I moderati? Con me» 

ROMA A fine giornata Silvio Berlusconi lascia capire che i giochi per il Campidoglio sono ancora apertissimi: «Su Marchini non so dirle come va a finire » , dice a La7, «stiamo discutendo. Ci vediamo a metà settimana. Non sono solo io a decidere...». Anche Matteo Salvini nelle scorse settimane aveva sondato il terreno sul nome del candidato civico perché - osservava - «Marchini ha le carte per vincere». Ma ieri pomeriggio, seduti tutti insieme nel salotto di Arcore, Berlusconi e Salvini hanno dovuto prendere atto del veto di Giorgia Meloni sul nome di Marchini. «Io vado avanti», fa sapere per tutta risposta l'ingegnere romano, «ognuno si assumerà le proprie responsabilità. Continuerò a lavorare ad un progetto che unisca i moderati che non si riconoscono nel Pd o nei 5Stelle». IL CERINO Escluso - almeno per ora - Marchini dalla lista dei candidati di centrodestra per la corsa al Campidoglio, con gli alleati il Cavaliere ha rimesso sul tavolo l'ipotesi Frattini, un nome però immediatamente stoppato da Lega e Fdi, e del resto lo stesso ex ministro degli Esteri ha più volte respinto il pressing. «Si andrà verso un non politico», dicono ora da Fratelli d'Italia. E' stato proprio l'ex premier a lasciare a Meloni il cerino in mano: «Fai tu una proposta e la valuteremo». La strategia di Fratelli d'Italia è di presentare Rampelli quale candidato di bandiera, e allo stesso tempo di stringere su un 'mister x' che possa essere condiviso da tutte le forze del centrodestra e togliere consensi sia a M5S che al Pd. Meloni incontrerà oggi i possibili papabili per il dopo-Marino. Uno dei nomi emersi è quello di Otello Lupacchini, il magistrato che indagò ai tempi della banda della Magliana. Ma circolano altre ipotesi. Nella rosa c'è anche l'ex deputato finiano Luca Barbareschi mentre l'ex comandante generale di Carabinieri Gallitelli avrebbe già declinato l'offerta. E' stato deciso comunque che sarà poi il Cavaliere a dare eventualmente il via libera sulla proposta di Fdi. LA CONTA La linea emersa è quella di aprire sì alla società civile ma di non disperdere i voti ai partiti. «Dobbiamo dare un segnale a Renzi». E' lo stesso Salvini ad insistere affinchè le amministrative siano un'occasione per valutare la consistenza delle truppe nel centrodestra. «Bisogna contarsi - ha ribadito al Cavaliere che non voleva escludere di andare insieme alla Lega in alcune città -, ognuno deve fare la propria battaglia». I leader del centrodestra si incontreranno di nuovo domani per risolvere il rebus Roma. L'obiettivo è presentare la griglia per le amministrative entro venerdì. Solo qualora non si chiudesse il cerchio non si esclude il ricorso ad una sorta di consultazione popolare, che però Berlusconi insiste ad escludere. Sull'altolà a Marchini ha pesato il muro eretto da Fdi: «II fatto che voi riproponete il suo nome per me è uno schiaffo. Se si presenta lui noi al massimo arriviamo al 4% e Forza Italia scompare», ha insistito Meloni. Dietro le quinte l'asse Meloni-Salvini non è poi così granitico se dalle parti del Carroccio c'è irritazione per le mosse di Fdi. La sensazione è che voglia puntare ad alzare la posta, tenendo in scacco l'intera coalizione. Ma tra gli ex An si punta il dito sul giovane Matteo che avvalorando la candidatura di Alfio ha cercato, questo il convincimento, di porre le basi per un'alleanza di prospettiva per la guida dell'intero centrodestra. Il sospetto è che l'operazione puntasse ad un ridimensionamento di Fdi e a sdoganare Marchini per sfondare nel campo dei moderati. Ma ora sarà ancora più difficile per Fi poter andare al ballottaggio, Marchini resta in pista con la sua forza civica e conta sull'appoggio di molti azzurri che lo sponsorizzavano. Su Milano invece, accordo fatto su Stefano Parisi. Per Torino si va verso la candidatura di Osvaldo Napoli, a Bologna resiste Lucia Borgonzoni mentre a Napoli si punterà su Gianni Lettíeri.




 
     Links Correlati
· Inoltre
· News by fabrizio


Articolo più letto relativo a :
Oltre i diritti dell'uomo: per difendere la libert‡


     Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad


     Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


Associated Topics

Invito alla lettura

Spiacente, non sono disponibili i commenti per questo articolo.




@ 2005-2015 by Fabrizio Santori
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.15 Secondi