Welcome to ***SANTORI Fabrizio sito ufficiale, Rialzati Roma !!

     Eventi

     PARTECIPA
· Home
· Argomenti
· Cerca
· Il Mio Impegno
· Invita un amico
· Link
· Scrivimi
· Sondaggi
· Statistiche
· StopMoschee

     IN EVIDENZA
· DESIGNAZIONE MEMBRI CDA ATER[ 0 commenti - 2 letture ]
· BANDO CHE ASSEGNA CONTRIBUTI PER SOSTITUIRE LE VECCHIE CALDAIE[ 0 commenti - 2 letture ]
· CONTRIBUTI AI SENSI DEL REGOLAMENTO DI PROMOZIONE SPORTIVA[ 0 commenti - 1 letture ]
· ACCESSO AI CONTRIBUTI PER LA PROMOZIONE SPORTIVA DI ROMA CAPITALE[ 0 commenti - 1 letture ]
· Omniroma-OSTIA, SANTORI: "DI PILLO ANNUNCIA ASSESSORE, MA TANTO CAMBIANO OG[ 0 commenti - 1 letture ]

[ Altro nella News Section ]

     Chi è in linea
In questo momento ci sono, 70 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

     SPRAZZI DI WEB

Notizie dal mondo
[ Notizie dal mondo ]

·INVITO ALLA CONFERENZA STAMPA LIBERI DALL'AMIANTO
·MIGRANTI: ROMA PRIMA PROVINCIA E LAZIO SECONDA REGIONE PER NUMERO PRESENZE =
·ADDIO ALLA LADY DI FERRO, E' MORTA MARGARETH TATCHER EX PREMIER BRITANNICA
·UE, ATTENTI A POPULISMO, ORA ITALIA RISPETTI IMPEGNI
·ELEZIONI: EUROPA SORPRESA E PREOCCUPATA
·MARO' TORNANO A CASA PER 4 SETTIMANE, ROMA SODDISFATTA
·GAY: SENTENZA STRASBURGO, LA POLITICA SI DIVIDE
·MONDO SI MOBILITA DA ROMA CONTRO LE MUTILAZIONI GENITALI
·CORTE STRASBURGO, ITALIA NON GARANTISCE PADRI SEPARATI

 Approfondimenti: L’INCIUCELLUM, LA LEGGE ELETTORALE CHE RAGGIRA GLI ITALIANI

Invito alla letturaInciucellum. Così potrebbe essere denominata la legge elettorale con la quale gli italiani, se le cose non cambieranno, verranno chiamati a votare alle prossime elezioni politiche. Abbiamo aspettato quattro anni e la bocciatura del ‘porcellum’ viziato da incostituzionalità per arrivare a una legge che è peggiore di quella che per la sua infima qualità era stata edulcorata dal latino.


Fatto sta che i partiti hanno avuto a loro disposizione quasi un’intera legislatura per studiare un metodo che consentisse agli elettori, finalmente, di tornare al voto esprimendo la loro preferenza rispetto ai candidati. E invece si ritrovano una legge che aggira la Cassazione rispetto al suo pronunciamento sul Porcellum e poi successivamente sull’Italicum, ma soprattutto raggira gli italiani che ancora una volta non potranno scegliere chi mandare in Parlamento, aprendo per di più all’inciucio dei partiti maggiori che già stanno preparando il campo alla grande coalizione.

La nuova legge elettorale basata sul cosiddetto “sistema tedesco”, che verrà approvata grazie all’accordo tra Forza Italia, Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, è di fatto  un rimescolamento tra proporzionale e un macchinoso maggioritario che ha gli stessi principi ispiratori del precedente sistema elettorale: il famigerato Porcellum. Per eleggere deputati e senatori funzionava più o meno così: i vertici del partito decidevano un elenco di nomi da presentare collegio per collegio, ciascuno con il suo numero in ordine progressivo: il numero 1 aveva la quasi certezza di essere eletto, il numero 2 altissime probabilità, il numero 3 buone probabilità, il numero 4 ne ha meno e il numero 5 di possibilità ne ha davvero poche. Con il nuovo sistema elettorale viene persa l’ennesima occasione per inserire un meccanismo di scelta dei deputati da parte dei cittadini italiani che invece alla prossima tornata elettorale si troveranno per le solite liste bloccate senza preferenze con i partiti che sceglieranno i soliti leccapiedi, incapaci, amanti, ballerine, figli di papà e raccomandati vari da inserire nelle liste per farli diventare dei “fedelissimi” parlamentari. Grillo, Renzi e Berlusconi hanno pensato, ognuno, di poter utilizzare per i loro scopi questa legge elettorale che invece non solo avrà come conseguenza quella di portare il paese nel caos senza rappresentanza e senza governabilità, ma anche di aver scelto per l’ennesima volta la strada dell’anti-meritocrazia e della selezione dei migliori candidati da far scegliere al popolo. I nomi dei candidati dell’uninominale e  i listini bloccati dunque verranno composti a tavolino dalle segreterie di partito. E i giochi così sono fatti: non essendoci preferenze, ad andare in Parlamento saranno uomini e donne indicati dai partiti, e non scelti dai cittadini. Insomma, si salvano le poltrone dei politici per professione che da 20 anni e oltre vivono sulle spalle degli italiani; si salvano amici degli amici, raccomandati, fedelissimi. Nani, ballerine e yes man. Perché va detto fino in fondo: avere un parterre di gente fidata e fidelizzata, che ha un ‘debito’ per essere stato inserito nel listino, permette di tenere sotto scacco un intero Parlamento sottoposto a umori e convenienze dei grandi partiti, almeno in termini numerici e di percentuali. Dimenticavo: per rendere tutto ancora più chiaro e agevole, hanno deciso di alzare la soglia di sbarramento al 5%. Praticamente escludendo quei partiti che per vocazione e natura non sono inclini all’inciucio e al compromesso. E di fatto limitando la rappresentanza a milioni di elettori in tutta Italia che semplicemente si vedranno negato un loro diritto democratico fondamentale. I responsabili di questo obbrobrio hanno nome e cognome: Partito Democratico, Forza Italia, Movimento 5 Stelle. Saranno loro, con diversi pesi e diverse misure, a spartirsi una volta formato quello che sarà il nuovo Parlamento, dando vita alle cosiddette larghe intese e a una coalizione frutto, appunto, di un inciucio alle spalle degli italiani che voteranno una loro idea per ritrovarsi invece governati da un minestrone unico che spazia dal centrodestra al centrosinistra. Identità sacrificata sull’altare della governabilità. Finché Renzi o Berlusconi vorranno. Grillo, invece, tiene solo a far sedere alla Camera e al Senato persone fidate o, meglio, teleguidate dal comico genovese con la finta democrazia della Rete: al M5S interessa riproporre gli stessi che hanno seduto fino ad oggi su quegli scranni, senza rischiare nuove leve magari poco controllabili e di sicura inesperienza. In questo triste panorama, l’unica realtà a destra capace di porre argine a un imbroglio soprattutto successivo al voto, è Fratelli d’Italia. Con la nostra leader Giorgia Meloni abbiamo proposto l’inserimento delle preferenze e la sottoscrizione di una clausola anti-inciucio per i futuri governi della coalizione di centrodestra. Votare Fdi significa votare l’identità di destra, quella che non si piega ai compromessi. Una realtà che superando lo sbarramento del 5% si frapporrà tra gli accordi sottobanco e gli italiani, garantendo loro la lealtà che meritano. 



 
     Links Correlati
· Inoltre Invito alla lettura
· News by fabrizio


Articolo più letto relativo a Invito alla lettura:
UCCIDI GLI ITALIANI DI ANDREA AUGELLO


     Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad


     Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


Associated Topics

Invito alla lettura

"L’INCIUCELLUM, LA LEGGE ELETTORALE CHE RAGGIRA GLI ITALIANI" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati




@ 2005-2015 by Fabrizio Santori
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.13 Secondi