Omniroma-BENI ARTISTICI, FIGLIOMENI (FDI): TRA ABUSI E SCARSI CONTROLLI DEGRADO
Data: Friday, 11 August @ 12:59:05 CEST
Argomento: Comunicati stampa


(OMNIROMA) Roma, 11 AGO 2017 - "I beni storico-artistici, di cui la Capitale è la prima al mondo per numero e varietà di stili, non sono esenti dal decadimento che ormai la città sta vivendo da anni e che in questi ultimi tempi è sempre più evidente. 


Purtroppo nei cittadini sta nascendo un sentimento di assuefazione alle brutture e ai disservizi che ogni giorno vivono di persona, ma fortunatamente una sorta di coscienza interiore ci fa ancora indignare. L'abuso edilizio portato avanti in una villa sull'Appia Antica, area vincolata tra limiti paesaggistici e archeologici, dove una cisterna romana è stata inglobata per divenire un salotto, è uno di questi casi. Abbiamo denunciato in più occasioni che andrebbero eseguiti maggiori controlli per tutelare i nostri beni artistici, ma i nostri appelli sono caduti nel vuoto. Questo manufatto è al centro di una lunga battaglia giudiziaria, tanto che il Tar del Lazio e la Procura di Roma ne hanno decretato i diversi abusi, ma al momento non si è mosso nulla, ma la lista dei nostri reperti deturpati potrebbe continuare anche con altri esempi, tra segnalazioni da parte dei cittadini e degli organi di stampa, che riportano alla nostra attenzione accadimenti che altrimenti rimarrebbero sconosciuti. E' il caso del Tempietto di San Giovanni in Oleo sito sul Celio nei pressi di Porta Latina, gioiello rinascimentale il cui progetto senza fonti documentali certe è genericamente attribuito a Donato Bramante o Antonio da Sangallo il Giovane, con interventi successivi di Borromini, lasciato in uno stato di degrado tra scritte dei writers e vegetazione incolta, visitabile solo su richiesta. L'unicità della nostra cultura in questo modo viene annientata, nel disinteresse delle Amministrazioni che ci governano. Chiediamo al sindaco Raggi di intervenire per tutti i beni di proprietà comunale, attraverso dei controlli da effettuare con la Polizia di Roma Capitale e una ricognizione minuziosa da affidare alla Sovrintendenza capitolina, per poter scadenzare in ordine di priorità gli interventi per eliminare ogni possibile causa di deterioramento e rendere nuovamente accessibili luoghi che sono un patrimonio dei cittadini". Lo dichiara in una nota Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d'Italia.





Questo Articolo proviene da ***SANTORI Fabrizio sito ufficiale, Rialzati Roma !
http://fabriziosantori.com

L'URL per questa storia è:
http://fabriziosantori.com/modules.php?name=News&file=article&sid=23430