Fascismo, gadget, saluto romano e internet: cosa diventa reato con la nuova legg
Data: Wednesday, 13 September @ 18:03:57 CEST
Argomento: Rassegna stampa


Roma, 13 sete. 2017 - I voti a favore sono 261, i voti contrari 122 e 15 gli astenuti: così l’Aula della Camera ha dato il via libera al ddl, a prima firma Emanuele Fiano (Pd), che introduce l’articolo 293-bis nel codice penale relativo al reato di propaganda fascista. Hanno votato a favore Pd, Ap, Mdp, Sinistra italiana, Civici e Innovatori, Ds-Cd. 

Hanno votato contro M5S, FI, Lega, FdI, i verdiniani. La riforma di legge targata Fiano, che ha avuto l’ok della Camera e ora passa al Senato prevede l’introduzione dell’articolo 293-bis del codice penale che punisce «chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco». Una norma che estende la legge Scelba del 1952 e poi la Mancino del ‘93.
Nel mirino della legge ci sono sicuramente i gadget: colpisce produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli» del fascismo e del nazismo. Chi noterà qualcuno che vende un busto o un portachiavi con l’immagine di Mussolini potrà quindi denunciarlo alle autorità.
Non solo gadget: sarà severamente vietato anche il saluto romano, simbolo del fascismo. Nel testo della legge infatti si legge che verrà punito chi «richiama pubblicamente la simbologia o la gestualità».
Il provvedimento inserisce nel codice penale, tra i delitti contro la personalità interna dello Stato, l’ art. 293-bis , che punisce con la reclusione da 6 mesi a 2 anni , salvo che il fatto costituisca più grave reato - la propaganda del regime fascista e nazifascista . La clausola di riserva “Salvo che il fatto costituisca più grave reato” costituisce l’unico emendamento approvato dalla Commissione Giustizia.
È prevista un’aggravante: un aumento di un terzo della pena per quella propaganda del regime fascista e nazifascista commessa attraverso strumenti telematici o informatici. L’aggravante riguarda quindi «sia i siti Internet con contenuti di propaganda delle ideologie fasciste e nazifasciste sia il merchandising online dei gadgets e degli altri beni chiaramente riferiti al partito e all’ideologia fascista o nazifascista».

Il link all'articolo
http://www.corriere.it/politica/cards/fascismo-gadget-saluto-romano-internet-cosa-diventa-reato-la-nuova-legge/via-libera-camera_last.shtml





Questo Articolo proviene da ***SANTORI Fabrizio sito ufficiale, Rialzati Roma !
http://fabriziosantori.com

L'URL per questa storia è:
http://fabriziosantori.com/modules.php?name=News&file=article&sid=23460