LEGA-LIZZA LA TUA VITA
Data: Wednesday, 22 March @ 11:57:00 CET
Argomento: Contatto con il territorio


...NON MANDARLA IN FUMO

Dopo gli attacchi che ha subito il sito internet del sottoscritto vorrei rispondere a questa gente che vorrebbe legalizzare l'uso delle sostanze stupefacenti con†alcune poesie che vi propongo di seguito.

In alto i cuori. Fabrizio Santori



Sotto l'immagine che in grande occupava l'intero spazio della Home page e il testo che la seguiva.
Site Hacked & Defaced


Abissi


Uníondata anomala di allegria† sembra travolgerti ed

uní effimera sensazione di spensieratezza

sembra metter fine alle elucubrazioni della tua mente.


Ti lasci cullare dal nulla, cercando sostegno nellíapparente solidariet‡ di ciÚ che ti circonda e che ti uccide nel farti suo.

Pochi attimi di euforia e tutto torna come prima, peggio di prima.


Solo, nella solitudine di te stesso,†

ricerchi disperatamente un nuovo momento di abbandono,

entrando in un circolo vizioso dal quale sar‡ difficile venir fuori.


Per non sentirti diverso e per essere accettato inspiri ed espiri false illusioni che provocano in te líebbrezza del vuoto.


Sfoghi la tua rabbia, il tuo rancore, le tue paure, la tua insicurezza

†e la tanta debolezza solo su te stesso

ed invece dí interrogarti, di capirti, di aiutarti e di curarti finisci per farti del male non rendendotene nemmeno conto

e chiudendoti sempre di pi˘ in te stesso,

nella superficialit‡ dei tuoi gesti.


Rincorrendo mondi sommersi non fai altro che

allontanarti dalla realt‡ che ti circonda,

lasciando inesplorato ciÚ che dovresti conoscere,

ciÚ che fa di te un Essere libero da ogni forma di schiavit˘† e di dipendenza.


Non mandare allíaria la tua vita,

non imboccare la strada del non ritorno,

non bruciare la tua personalit‡, la tua indipendenza, il tuo coraggio.


Percorri con forza e determinazione il cammino della vita,

rifugiandoti nel calore dellí amore

†verso il quale ogni debolezza si trasforma in virt˘,

ogni dipendenza in legame,

ogni aspirazione in sogno da realizzare e condividere.



Luciana Gesualdo



La vita Ë un'opportunit‡, coglila.

la vita Ë bellezza, ammirala.

La vita Ë beatitudine, assaporala.

La vita Ë un sogno, fanne una realt‡.

La vita Ë una sfida, affrontala.

La vita Ë un dovere, compilo.

La vita Ë un gioco, giocalo.

La vita Ë preziosa, abbine cura.

La vita Ë una ricchezza, conservala.

La vita Ë amore, godine.

La vita Ë un mistero, scoprilo.

La vita Ë promessa, adempila.

La vita Ë tristezza, superala.

La vita Ë un inno, cantalo.

La vita Ë una lotta, accettala.

La vita Ë un'avventura, rischiala.

La vita Ë felicit‡, meritala.

La vita Ë vita, DIFENDILA.

( M. Teresa)



Lentamente muore

Chi diventa schiavo dellíabitudine

Ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi

Chi non cambia la marcia

Chi non rischia e cambia colore dei vestiti

Chi non parla a chi non conosce
Muore lentamente chi evita una passione
Chi preferisce il nero sul bianco

E i puntini sulle ìiî

Piuttosto che un insieme di emozioni

Proprio quelle che fanno brillare gli occhi

Quelle annodi uno sbaglio un sorriso

Quelle che fanno battere il cuore

Davanti allíerrore e ai sentimenti
Lentamente muore

Chi non capovolge il tavolo

Chi Ë infelice sul tavolo

Chi non rischia la certezza

Per líincertezza per inseguire un sogno

Chi non si permette almeno una volta nella vita

di fuggire ai consigli sensati
Lentamente muore chi non viaggia

Chi non legge, chi non ascolta musica,

chi non trova grazia in se stesso

Muore lentamente

Chi distrugge líamor proprio

Chi non si lascia aiutare

Chi passa i giorni a lamentarsi

Della propria sfortuna o della pioggia incessante
Lentamente muore

Chi abbandona un progetto prima di iniziarlo

Chi fa domande sugli argomenti che non conosce

Chi non risponde

Quando gli chiedono qualcosa che conosce
Evitiamo la morte a piccole dosi

Ricordando sempre che essere vivo

Richiede uno sforzo di gran lunga maggiore

Del semplice fatto di respirare

Soltanto líardente pazienza porter‡

Al raggiungimento di una splendida felicit‡

Pablo Neruda


Per un istante d'estasi
Noi paghiamo in angoscia
Una misura esatta e trepidante,
Proporzionata all'estasi.
Per un'ora diletta
Compensi amari d'anni,
Centesimi strappati con dolore,
Scrigni pieni di lacrime.

Emily †Dickinson


""Macellaio Ë chi consente politiche permissive che rovinano i giovani.

Nella nostra comunit‡ abbiamo gi‡ preparato una pira che accenderemo appena avremo la notizia dell'approvazione definitiva dela legge contro la droga che, definisce chiaramente come non ci sia differenza fra droghe leggere e pesanti"".

"Grazie Gianfranco per la legge contro la droga, affido a voi di An il compito di difendere i principi cristiani"". Don Gelmini ospite di An alla conferenza programmatica, ha parlato di valori, con esplicito riferimento alla nuova legge sulla droga e alla difesa del matrimonio tradizionale.

Don Pierino ha poi detto ""sono con voi, non potevo essere altrove. Credo negli ideali che difendete, anche se non appartengo ad una parte".














Questo Articolo proviene da ***SANTORI Fabrizio sito ufficiale, Rialzati Roma !
http://fabriziosantori.com

L'URL per questa storia è:
http://fabriziosantori.com/modules.php?name=News&file=article&sid=409